Diego

Luglio 2015

 

Ciao sono Diego,

e vengo da Napoli, ho circa 2 anni forse meno, sono stato acquista in un negozio e sicuramente vengo dal traffico illegale dall’est.

Sono stato preso cucciolo perché ero un bel batuffolo ma poi il mio padroncino si è stancato di me e mi ha rifilato ai suoi genitori, loro mi hanno parcheggiato si avete capito bene parcheggiato in posto auto del lido che gestiscono al mare legato a catena tutto il giorno ma con 30 minuti di libertà per fare il bagno a mare al mattino presto quando non disturbo nessuno.

Un giorno una Guardia cinofila passa di li e mi nota, così senza tanti preamboli dice chiaramente o mi date Diego o vi denuncio e senza pensarci troppo mi hanno ceduto così come fossi una banana che stava marcendo.

Paola mette un annuncio e caso del destino contatta Fioretta Poli la proprietaria della pensione privata al Parco Rifugio la cuccia e il Nido proprio lo stesso posto dove Sonia Passione San Bernardo pensiona i San Bernardo.. chiamiamolo destino nel frattempo a Sonia era già arrivata la segnalazione dall’Associazione Italiana San Bernardo.

Sonia chiama Paola e si accordano per portarmi in pensione, Paola mi porta a mettere il cip perché nemmeno quello avevo.. La settimana dopo Luigi che era sceso al sud a prendere Gipsy mi viene a prendere e assieme andiamo al Parco Rifugio La Cuccia e Il nido.

Da subito sono arrivate tantissime richieste per me, viene la prima famiglia da Bergamo che aveva già avuto il San Bernardo morto di vecchiaia questa famiglia  piace tanto a Sonia ma purtroppo ha già un cane maschio e lei non si sente di affidare un maschio a chi già ne ha uno, ha paura che prima o poi accada l’incidente di percorso che nessuno vorrebbe mai dover affrontare, qualche giorno dopo arriva un’altra famiglia da Novara, una gentilissima ragazza che aveva già avuto il San Bernardo e lo ha sempre portato nel cuore, decide che è la famiglia giusta e così mi porta da loro un mercoledì d’estate, stavo bene ero tranquillo fino alla sera nessun problema, al mattino Sonia riceve una chiamata, non posso più tenere Diego, un fulmine a ciel sereno, ma com’è possibile? eh si è possibile. Mi stavano già portando indietro, non è bravo al guinzaglio come pensavo, mi è saltato addosso e mi sono spaventata, non riesco a gestirlo no lo voglio più.

Poche ore dopo ero già tornato in pensione, erano tutti increduli, le famiglie per me continuano a scrivere ma molte non sono serie, poi arrivarono Silvia e Marco due persone fantastiche ed io mi ero illuso potesse essere la mia famiglia assieme ad Aida una Santa bellissima con cui avrei potuto giovare, purtroppo al secondo incontro Aida si e’ sentita male e i medici hanno detto che non doveva subire nessuno stress e l-adozione si e’ dovuta stoppare nuovamente fino al giorno che scrisse Michele di Verona, un signore tanto gentile che aveva preso da poco la sua Santa morta di vecchiaia, fu cosi’ che venne il giorno dopo a conoscermi al Parco Rifugio e con uno dei suoi fratelli mi ha portato a casetta nuova, ora vivo felice, mi sono ambientato subito, ho tantissimo spazio e tante coccole tutte per me.

Devo ammettere che nell’ultimo periodo ero diventato abbastanza irrequieto, stavo perdendo la speranza ed ero diventato iper geloso di tutti i miei amici bipedi che certo non lesinavano sulle coccole e per me erano diventati la mia famiglia.

Oggi ho una famiglia molto numerosa e simpatica ed io sono in splendida forma finalmente sono davvero felice!

11224050_783425678434309_6383356510053233393_n-1

No Comments

Post A Comment